5 metodi di prova non distruttivi per l'acciaio

Le prove non distruttive dell'acciaio riguardano principalmente prove di raggi, prove ad ultrasuoni, prove di particelle magnetiche, prove di penetrazione e prove di correnti parassite.

 1. Rilevazione radiografica (RT)
Il test a raggi X si riferisce al metodo di test non distruttivo che utilizza i raggi X o i raggi gamma per penetrare nel campione e utilizza la pellicola come attrezzatura per la registrazione delle informazioni. Questo metodo è il metodo di controllo non distruttivo più semplice e ampiamente utilizzato.

2. Rilevamento a ultrasuoni (UT)
I test a ultrasuoni sono adatti per test non distruttivi su materiali metallici, non metallici e compositi. È in grado di rilevare i difetti interni del provino all'interno di un ampio intervallo di spessori. Per i materiali metallici, è in grado di rilevare lo spessore di tubi e piastre a parete sottile da 1 ~ 2 mm, può anche rilevare pezzi fucinati in acciaio lunghi diversi metri; Inoltre, la posizione del difetto è più precisa e il tasso di rilevamento dei difetti nell'area è maggiore. Alta sensibilità, in grado di rilevare la dimensione interna del campione è piccoli difetti; E il costo di rilevamento è basso, la velocità è veloce, l'attrezzatura è leggera, innocua per il corpo umano e l'ambiente, l'uso sul campo è più conveniente.

3. Rilevamento di particelle magnetiche (MT)
Il principio di rilevamento delle particelle magnetiche è il materiale ferromagnetico magnetizzato e il pezzo in lavorazione, ma a causa della discontinuità, le linee del campo magnetico sulla superficie della superficie del pezzo in lavorazione e vicino alla distorsione locale e viene generato un campo magnetico di dispersione, adsorbimento sulla superficie della polvere magnetica e segni magnetici visibili nella giusta luce visiva, che mostrano la posizione, la forma e la dimensione della discontinuità.

4. Test di penetrazione (PT)
Il principio di rilevamento della penetrazione è che dopo che la superficie della parte è stata rivestita con un colorante fluorescente contenente un permeante o un colorante colorato, sotto l'azione del capillare, dopo un periodo di tempo, il liquido permeabile può penetrare nei difetti di apertura della superficie; Dopo aver rimosso il penetrante in eccesso superficiale, dipingere nuovamente l'agente di imaging della superficie delle parti, inoltre, sotto l'azione del capillare, l'agente di imaging attirerà i difetti nei penetranti, penetrando il flusso di fluido all'interno dell'agente di imaging, in una certa luce (luce UV o bianco luce), le tracce penetranti del difetto sono reali, (fluorescenza giallo-verde o rosso brillante), In questo modo vengono rilevate la morfologia e la distribuzione dei difetti.

5. Test a correnti parassite (ET)
Il test delle correnti parassite pone una bobina con corrente alternata su una piastra metallica o all'esterno di un tubo metallico in prova. In questo momento, verrà generato un campo magnetico alternato all'interno e attorno alla bobina, risultando in una corrente alternata indotta a vortice nel campione, chiamata correnti parassite. La distribuzione e la dimensione delle correnti parassite non sono solo correlate alla forma e alle dimensioni della bobina e alle dimensioni e frequenza della corrente CA, ma dipendono anche dalla conducibilità, permeabilità, forma e dimensione del campione, dalla distanza dalla bobina e se ci sono crepe sulla superficie.

0 risposte

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *